21.1 C
Genova
mercoledì, Settembre 22, 2021
Pubblicità

Ora Giovanni Toti prepara “misure ad hoc per gli anziani”, toccherà far finta di credergli

di G.G. #Politica twitter@genovanewsgaia #Genova

 

Le notizie di stampa hanno riportato nei giorni scorso l’annuncio roboante, l’ennesimo, del governatorissimo Giovanni Toti dopo la figuraccia nazionale ovvero la sua pessima uscita su coloro che sono utili al sistema produttivo nazionale e chi no (con l’uscita di un comunicato post-figuraccia che peggiorava quanto era già stato detto, e detto male).

All’annuncio del governatorissimo Toti non è momentaneamente seguito, e forse non seguirà perché del doman non v’è certezza alcuna, nessuna misura effettiva, nessuna indicazione su quali saranno le misure ad hoc pe gli anziano della Liguria, ridiventati improvvisamente il centro dell’azione politica del buon amico di Matteo Salvini, perché in qualche modo un lifting è ritenuto necessario.

La CGIL ligure non c’è andata giù leggera e ha rilasciato un comunicato stampa dove si chiede di dire basta agli annunci, ed essendo la Liguria la regione italiana con più over 65, ricorda che la politica regionale “dovrebbe essere all’avanguardia in campo nazionale ed europeo sulle politiche in favore degli anziani”, ma non lo è. E non è certo per spirito caritatevole che Toti strombazza ora di un piano ad hoc per gli anziani, ma semplicemente perché con la sua uscita indimenticabile – lo avete votato voi, signori, a testimonianza della distorsione della comunicazione politica e dell’ingenuità di troppi elettori – si è tirato la zappa sui piedi con un’uscita ai limiti della decenza, dopo avere avuto un mezzo trionfo, grazie ai voti di altri partiti, con il suo partitino dal simbolo filo-leghista chiamato “Cambiamo” – e se questo è il cambiamento, andiamo bene.

E’ evidente, e lo scriviamo col sorriso sulle labbra, che se il piano ad hoc non verrà varato, il governatorissmo Toti non potrà dare la colpa ad un errore del social manager come ha fatto quando ha scritto su Twitter, in soldini, che gli anziani non servono al paese (pensate alla faccia di Berlusconi, le cui televisione hanno un pubblico prevalentemente composto da quegli anziani che secondo Toti non servono, e che sono l’obbiettivo principale delle pubblicità che sulle reti dell’uomo di Arcore vanno in onda), perché la sua perpetua “politica degli annunci” è nota non soltanto ai sindacati e agli oppositori, ma anche ai liguri che cominciano a svegliarsi, come de resto l’Italia tutta si sta risvegliando all’incapacità di questa destra sempre più estrema, sempre più furiosa, sempre più popolata da impreparati buoni solo a dare aria ai denti. E finché li votano è difficile dare loro torto.

 

(7 novembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 




POTREBBERO INTERESSARTI

SEGUITECI

4,626FansMi piace
2,366FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: