Migranti soccorso al largo della Libia assegnati a La Spezia, a 100 ore di navigazione

Pubblicità

Altri Articoli

CONDIVIDI

di Redazione La Spezia

La Geo Barents, la nave soccorso di Medici Senza Frontiere, ha soccorso il 24 gennaio 69 migranti al largo della Libia: tra loro 9 donne e 25 minori (tra i quali due bambine di 5 anni). Il governo, nella sua infinita saggezza e umanità ha assegnato alla nave il porto di La Spezia per effettuare lo sbarco, porto certamente sicuro, che ha il solo limite di trovarsi a 100 ore di navigazione dal luogo del soccorso.

Al governo Meloni piace mostrare i muscoli, e il decreto Piantedosi prevede sanzioni e sequestri per le navi che violano il nuovo codice – che prevede, tra le altre cose, che sia il governo a decidere il porto più sicuro, anche se si trova a miglia e migliamarine di distanza. E’ un’altra delle norme fondamentali per la felicità e la prosperità degli Italiani che va ad aggiungersi ad altre misure fondamentali per lo sviluppo del paese come il decreto anti-rave e i cartelli obbligatori con il prezzo medio della benzina in Italia per tutti i benzinai (per favore sotterrate l’espressione “addetti alle pompe”).

Questo non è un governo che trova soluzioni: è una coalizione dalle pochissime capacità di governo che confonde il dare ordinisuon di decreti con le soluzioni.

 

(25 gennaio 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: