Pubblicità
14.2 C
Genova
18.4 C
Roma
Pubblicità

GENOVA

Pubblicità

POLITICA

HomeNotizieLa mostra su Artemisia Gentileschi sotto tiro: "E' la cronaca di uno...

La mostra su Artemisia Gentileschi sotto tiro: “E’ la cronaca di uno stupro”

Iscrivetevi al nostro Canale Telegram

Una decina di studentesse della Laurea magistrale in Storia dell’Arte e valorizzazione dei Beni culturali dell’Università di Genova hanno deciso di fare la guerra all’esposizione su Artemisia Gentileschi a Palazzo Ducale.

“Questa mostra è la cronaca di uno stupro”: denunciano le studentesse con due di loro, Valentina Cervella, torinese che studia a Genova, e Carolina Dos Santos, portoghese che sta concludendo la biennale nel capoluogo ligure, dopo aver visitato la mostra hanno cominciato a denunciarne i contenuti sui social e a coinvolgere influencer, tanto che su Exibart, il magazine digitale che si occupa di esposizioni e arte, ha ospitato una dettagliata e pesantissima recensione, scritta da Noemi Tarantini, proprio a partire dalla protesta.

Tra i nostri riferimenti genovesi, uno studente d’arte secondo il quale “Nella discutibile, per molti versi, esposizione genovese, tutto ruota intorno all’episodio della violenza, cui una sala è addirittura dedicata” ed è proprio a causa di quella sala dedicata [sic] che si muove la raccolta di firme che ne chiede la chiusura: “La mostra tratta Gentileschi da un punto di vista strettamente maschile” continua lo studente da noi contattato, “tutto preso dalla pruderie legata allo stupro dimenticando che Artemisia Gentileschi è stata una straordinaria pittrice“. Altri spettatori da noi contattati all’uscita di Palazzo Ducale, ci raccontano dell’esposizione: un cinquantenne di Asti ci racconta “non una mostra d’arte antica, ma una visione scandalistica della storia dell’arte” ripercorrendo, senza saperlo, qualche passaggio del podcast di Emilio Campanella, che potete ascoltare anche su Spotify o Google Podcast che ricorda la delicatezza con cui il tema venne sfiorato dal catalogo della mostra milanese di Palazzo Reale del 2011/2012 dove l’episodio era trattato, in catalogo, soltanto nelle note biografiche, trattandosi senza dubbio che “sicuramente ha influenzato la sua vita e la sua pittura” come ci dice un’altra spettatrice che non ha gradito troppo la mostra.

In generale, però, soprattutto da chi mastica poco d’arte – dal punto di vista della cultura dell’Arte – il percorso espositivo è apprezzato. Il tratto scientifico parrebbe invece essere discutibile, ma a questo ci si sottopone trattando di cultura, arte o scienza, all’essere discussi. E anche questo fa parte del gioco.

 

 

(3 febbraio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 



Genova
cielo coperto
14.2 ° C
15.8 °
11.2 °
90 %
1.4kmh
99 %
Gio
18 °
Ven
18 °
Sab
18 °
Dom
19 °
Lun
12 °
Pubblicità

LIGURIA CULTURA