20.7 C
Genova
domenica, Agosto 1, 2021
Pubblicità

CGIL, ridare dignità al lavoro per Adil Belakhdim e per un futuro migliore

di Redazione, #Genova

“La morte di Adil Belakhdim, lavoratore e delegato sindacale, parla a tutti di cosa è diventata una rilevante parte del nostro paese, di come si arrivi allo scontro tra lavoratori e di come un modo barbaro di fare impresa spinga sul pedale delle diseguaglianze, della riduzione dei diritti, della disperazione, del ricatto e spesso del prendere o lasciare. Intere filiere del mercato del lavoro sono composte da lavoratrici e lavoratori che spesso vivono in condizioni di precarietà con diritti sempre meno esigibili, in una condizione di subordinazione sempre più drammatica, ma non può essere solo il profitto a dettare le regole. Abbiamo bisogno di ridare dignità al lavoro, rimetterlo al centro dello sviluppo sociale affinchè si interrompa questo corto circuito in cui l’anello debole è il lavoratore. Il comparto della logistica è tra i più sollecitati perché la pandemia ha accelerato i tempi di lavoro, ma i diritti non sono andati di pari passo con l’incremento degli introiti. E’ necessario che si stabiliscano regole certe per tutti i lavoratori che siano essi dipendenti diretti o meno, che siano a tempo indeterminato piuttosto che precari: basta discriminazioni, basta sfruttamento. Lo chiediamo al Governo, lo chiediamo alla politica: riparta il dialogo sul lavoro perché solo ridandogli dignità si potrà costruire un futuro migliore.”

Così un comunicato stampa congiutno di CGIL Genova, Filt CGIL GenovaFilcams CGIL Genova.

 

(22 giugno 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 




POTREBBERO INTERESSARTI

SEGUITECI

4,521FansMi piace
2,368FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: