Pubblicità
7.9 C
Genova
15.4 C
Roma
Pubblicità
Pubblicità
HomeGiornata della MemoriaCaduti nei campi di sterminio nazisti, una messa in suffragio: "L'educazione rimuove...

Caduti nei campi di sterminio nazisti, una messa in suffragio: “L’educazione rimuove gli ostacoli che impediscono la piena realizzazione di tutti i cittadini”

“I campi di sterminio nazisti hanno causato la morte di 17 milioni di persone: un numero impressionante, difficile persino da pronunciare. Vittime innocenti che oggi Genova ha voluto ricordare ancora una volta, affinché non si disperda il ricordo di questa immane tragedia che ci impone, ogni giorno, di impegnarci contro l’indifferenza. Farlo è una responsabilità di tutti noi: società civile, politica e istituzioni. È nostro dovere coltivare la Memoria tramandandola alle nuove generazioni, così come è un dovere condannare con fermezza una narrazione distorta, negazionista e banalizzata della Shoah. Opporsi all’incultura dell’odio e della discriminazione è una missione che ci viene insegnata dalla nostra Costituzione, a prescindere che tali nocivi sentimenti siano fondati su etnia, religione, convinzioni personali, genere, orientamento sessuale, età o disabilità. Un’altra parola chiave è educazione, da insegnare alle nuove generazioni perché comprendano i propri diritti ma anche i propri doveri, imparando a stare sempre dalla parte dei più deboli e di chi, ogni giorno, si adopera per la rimozione degli ostacoli che impediscono la piena realizzazione di tutti i cittadini”.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Comunale di Genova, Carmelo Cassibba, durante l’orazione ufficiale tenuta questa mattina, presso la chiesa di San Filippo Neri di via Lomellini, durante la Santa Messa in suffragio dei Caduti nei campi di sterminio nazisti.

 

 

(21 gennaio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



PubblicitàEmozioni uniche - Acquario di Genova

LEGGI ANCHE