Pubblicità
15.9 C
Genova
22 C
Roma
Pubblicità

GENOVA

Pubblicità

POLITICA

HomeGenova MostreGalata Museo del Mare: il 30 aprile "Il Direttore Incontra"

Galata Museo del Mare: il 30 aprile “Il Direttore Incontra”

Iscrivetevi al nostro Canale Telegram

Genova 29.04.2024 Proseguono i festeggiamenti per i 20 anni del Galata: martedì 30 aprile alle ore 18.00 ad ingresso libero, presso l’auditorium del Museo, si terrà il primo appuntamento del ciclo “Il direttore incontra”.

Saranno due gli ospiti d’eccezione in dialogo con il direttore del Mu.MA Pierangelo Campodonico: Paolo Giulierini, direttore uscente del Museo archeologico nazionale di Napoli e, in collegamento da remoto, Michele Lanzinger Presidente di ICOM Italia. L’incontro con inizio alle 18.00 sarà ad ingresso libero fino ad esaurimento posti. L’appuntamento, voluto dalla direzione del Museo e che mette in dialogo illustri rappresentanti di realtà culturali italiane, nasce con l’obiettivo di restituire al pubblico presente in sala, una fotografia dell’attuale situazione, del ruolo che i musei hanno per le comunità che li vivono, tracciandone al contempo le linee guida future.

Molti gli spunti di riflessione, partendo dal Galata Museo del Mare che, come museo marittimo, si pone sulla scia di grandi esperienze europee (anglosassoni, ma non solo) come i Musei di Greenwich, di Amsterdam, di Rotterdam, e oltre Europa, nell’America del Nord, Australia, Nuova Zelanda. Musei che parlano del rapporto tra l’uomo e il mare, nelle varie epoche. In un panorama italiano fatto soprattutto da musei d’arte e musei archeologici, un museo di storia orientato sia alla scienza ma soprattutto al sociale, rappresenta sicuramente una particolarità. Altro tema che verrà trattato durante la conferenza dal direttore Campodonico in dialogo con i due colleghi è rappresentato dal rapporto con la comunità locali e i nuovi pubblici: il Galata è un museo fortemente legato alla città, intesa come porto, marineria, migrazione.

“Essere legati a una città è certamente di più che celebrarla e vederne i successi: è interpretarne la cultura, i modelli, comprenderne le “ferite”, commenta Pierangelo Campodonico. “Un tempo, non molto lontano, il museo non era di tutti. Era un luogo accessibile a una minoranza, non perché ci fossero i divieti sulle porte, ma si poneva comunque per una élite culturale: per chi aveva gli ‘strumenti’ culturali per approcciarsi a collezioni, opere d’arte, reperti. Questo, negli ultimi decenni, è molto cambiato: se c’è una mission oggi chiara per la comunità degli operatori museali, è quella di essere “museo per tutti”. L’accessibilità ha assunto un’accezione più larga: non si tratta solo di permettere ai diversamente abili di accedere, ma incoraggiare ‘nuovi’ pubblici – famiglie, anziani e nuovi italiani – a entrare nel museo o a entrarci in modo diverso. Il dialogo con altri direttori di musei che si sono posti gli stessi quesiti in materie diverse, ci può allora aiutare a capire meglio la strada, a focalizzarla. Tutto questo ci porta a riflettere, come sempre dovremmo fare, sul “ruolo” del museo: cosa siamo diventati, cosa – guardando al futuro – possiamo diventare. Conclude il direttore Campodonico.

Il prossimo appuntamento con “Il direttore incontra” sarà il 23 maggio con la Direttrice della Reggia di Caserta Tiziana Maffei; mentre mercoledì 12 giugno l’ospite sarà Serena Bertolucci direttrice del M9 – Museo del ’900 a Mestre; grande finale il 31 luglio, giorno del compleanno del Galata, con il Direttore del Museo Egizio di Torino Christian Greco. Tutti gli incontri organizzati insieme al Coordinamento Liguria di Icom-Italia, si svolgeranno alle ore 18.00 presso la sala Auditorium al piano terra del museo e saranno gratuiti e aperti al pubblico, previa prenotazione, fino a esaurimento posti.

 

 

(29 aprile 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Genova
nubi sparse
15.9 ° C
17.9 °
13.2 °
80 %
1.3kmh
75 %
Mar
15 °
Mer
16 °
Gio
13 °
Ven
16 °
Sab
16 °
Pubblicità

LIGURIA CULTURA