Home / Genova / Rinnovati i contratti di 126 lavoratori assunti per fronteggiare l’emergenza Ponte Morandi

Rinnovati i contratti di 126 lavoratori assunti per fronteggiare l’emergenza Ponte Morandi

di Redazione, #Genova twitter@genovanewsgaia #PonteMorandi

 

Nel pomeriggio di giovedì 2 gennaio La Giunta ha approvato, su proposta dell’Assessore al Personale e Pari Opportunità Giorgio Viale, il rinnovo dei 126 contratti di lavoro per personale assunto, grazie al decreto Milleproroghe, per fronteggiare l’emergenza venutasi a creare con il crollo di un tratto del viadotto Polcevera.

Si tratta di 96 agenti di polizia locale, 21 funzionari servizi tecnici e 7 istruttori servizi amministrativi che resteranno in servizio fino a fine febbraio 2020 grazie a questa prima proroga- possibile grazie ai fondi stanziati da Comune di Genova e Regione Liguria – in attesa di valutare le possibilità offerte dal decreto Milleproroghe sulla prosecuzione dei contratti di questi lavoratori .

Queste le parole di commento dell’assessore Giorgio Viale:

Sono molto contento di aver potuto comunicare oggi ai 126 lavoratori a tempo determinato che potranno continuare a lavorare per il Comune di Genova. Il rinnovo del loro contratto era subordinato all’entrata in vigore del decreto Milleproroghe, che è stato pubblicato il 31 dicembre ed è efficace da ieri, ma, nonostante i tempi strettissimi e il periodo festivo, siamo riusciti a garantire continuità lavorativa e quindi servizi per i cittadini in un tempo record. Ringrazio i molti collaboratori della Direzione Personale del Comune che hanno reso possibile tutto ciò, nonché Regione Liguria e il Commisariato per l’emergenza che hanno messo a disposizione i fondi nelle more del provvedimento legislativo.

 

 

(3 gennaio 2020)

@gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 




 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: