Pubblicità
5.5 C
Genova
14.4 C
Roma
Pubblicità
Pubblicità
HomeCronaca LiguriaLa Spezia, pusher sorpreso a spacciare sotto i portici di piazza Brin....

La Spezia, pusher sorpreso a spacciare sotto i portici di piazza Brin. Arrestato

GAIAITALIA.COM GENOVA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

L’ultimo intervento degli agenti della Sezione di Polizia Giudiziaria risale al pomeriggio di ieri (13 febbraio, ndr) che, anche grazie all’ausilio del sistema di videosorveglianza comunale, sono riusciti ad arrestare un altro spacciatore.

“Continua la lotta contro lo spaccio di droga attraverso il costante monitoraggio del territorio fuori dagli istituti scolastici, nelle piazze, nei parchi e nei luoghi di maggior aggregazione giovanile – dichiara il Sindaco Pierluigi Peracchini – un plauso agli agenti della Sezione di Polizia Giudiziaria che hanno saputo gestire al meglio l’intera operazione avvalendosi anche del sistema di videosorveglianza, sempre più capillare in città e che ha raggiunto gli oltre 500 punti di osservazione, con circa 230 telecamere attive. In questi anni abbiamo investito affinché la nostra Polizia Locale avesse tutti gli strumenti necessari a svolgere al meglio ogni compito demandato, una scelta che sta garantendo importanti ed evidenti risultati per una città sempre più sicura e vivibile.”

“Questo – sottolinea l’assessore alla sicurezza Giulio Guerri- è l’ennesimo intervento messo in atto dalla nostra Polizia Locale per reprimere comportamenti illeciti ed attività criminose, a partire dallo spaccio di droga, in una zona della città sulla quale siamo quotidianamente impegnati con costanti ed accurati servizi di controllo e prevenzione, che nelle scorse settimane, in particolare con riferimento al settore dei portici di Piazza Brin, abbiamo deciso di potenziare, anche attraverso l’implementazione del sistema di videosorveglianza”

In particolare, mentre un agente monitorava le immagini della videosorveglianza cittadina dei portici di Piazza Brin, un altro operatore si trovava sul posto a monitorarne l’area in abiti civili. Alle ore 15.40 circa, dalla Sala Operativa il primo agente allertava il collega in strada dell’arrivo di un individuo che, da come si muoveva, pareva cercare qualcuno. Fatto sta che, in quel medesimo istante dalle telecamere, poteva notare la gestualità dell’arrestato, quando con un chiaro gesto della mano, invitava l’uomo ancora nella Piazza a raggiungerlo.

L’acquirente a quel punto infatti raggiungeva lo spacciatore sotto i portici e, dopo avergli consegnato del denaro, riceveva della sostanza all’interno della mano; quindi si allontanava in direzione Corso Cavour, ove veniva immediatamente fermato dall’agente in borghese al quale spontaneamente consegnava quanto appena acquistato. Per questi motivi, rinvenuta la sostanza stupefacente, l’operatore in borghese sul posto insieme ad un’altra pattuglia della Polizia Locale in uniforme, fermava il venditore e lo accompagnava presso il Comando di viale Amendola. Sottoposto a perquisizione personale, trovavano all’interno della tasca dei pantaloni indossati, ulteriore hashish per circa mezz’etto ed una dose già confezionata e pronta per la cessione. Durante le operazioni di perquisizione, gli agenti rinvenivano anche la banconota da euro 20 oggetto della cessione e quindi provento di delitto anch’essa che, unitamente allo stupefacente, veniva sequestrata.

Terminate le operazioni di rito ed avvisato il PM di Turno si procedeva con l’arresto del soggetto, un sudamericano venticinquenne, regolare sul territorio Nazionale e residente a Bolano, che nella mattinata odierna comparirà innanzi all’Autorità Giudiziaria per la convalida dell’arresto, mentre l’acquirente italiano è stato segnalato alla locale Prefettura per quanto concerne la violazione all’art. 75 DPR 309/90.

 

 

(14 febbraio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 



PubblicitàEmozioni uniche - Acquario di Genova

LEGGI ANCHE