Pubblicità
15.2 C
Genova
22 C
Roma
Pubblicità

GENOVA

Pubblicità

POLITICA

HomeNotizieToti dà i numeri: "Indicatori in Liguria continuano a scendere. Presto 60mila...

Toti dà i numeri: “Indicatori in Liguria continuano a scendere. Presto 60mila vaccini entro i primo venti giorni di febbraio. Omologati vaccini da tre minuti”

Iscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione #Toti twitter@genovanewsgaia #Covid19

 

Ci attrezziamo per un natale prudente, complesso, non potremo incontrarci molto come avremmo voluto, ma pensiamo al meglio: sarà l’unico natale ad andare così, visto che a breve cominceranno le vaccinazioni che poi, stando alle riunioni fatte ancora questa mattina con il governo, andranno avanti ininiterrottamente. Già il 27 mattina avremo i primi vaccinati a Genova. Poi non ci fermeremo, si continuerà a vaccinare sempre fino a esaurire le prime 60 mila dosi che dovrebbero essere inoculate entro le prime tre settimane di gennaio. Se riusciamo a mettere in sicurezza presto gli ospiti delle Rsa, il personale sanitario, i volontari ambulanze e i cittadini fragili, i nostri ospedali non avranno più la pressione che hanno dovuto sopportare a novembre”.

Lo ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel corso di una diretta sulla sua pagina Facebook, dando – letteralmente – i numeri. Regalando cioè una tabella di estrema precisione su numero di vaccini (nessuno dà numeri precisi, Toti sì), date precise di inizio della vaccinazione (nessuno dà date precise, Toti sì) e tempo di attesa per il risultato del test rapido (e se invece di tre minuti fossero quattro, in alcuni casi?)… Orrore, morte e disperazione.

Poi Toti prosegue seguendo l’antico vizio della destra di citare “qualcuno” che dice “qualcosa” senza fare nomi e cognomi. Secondo la seconda parte della diretta Facebook infatti, è voce di Toti, “i numeri di oggi sono coerenti con il trend in discesa già stabile da giorni ; qualcuno ieri ha detto che la Regione Liguria era a rischio alto: per la verità il bollettino dell’Istituto Superiore della Sanità viene fatto con le variazioni, ed è vero che la Liguria rispetto alla settimana scorsa ha uno 0,1 in più in qualche indicatore, ma le variazioni sono molto piccole e soprattutto negli indicatori principali continua la discesa: i numeri dei positivi sui tamponi restano quelli di sempre ormai da molti giorni, calano gli ospedalizzati, le terapie intensive sono più o meno stabili” e staremo a vedere tra una quindicina di giorni. Ma Toti questo non lo dice. “Andiamo avanti anche con gli screening – ha aggiunto – All’Ospedale San martino sono stati elaborati e omologati i nuovi test rapidi da tre minuti, mentre oggi normalmente si aspetta per tampone antigenico, 20 minuti. Ho chiesto alle nostre aziende sanitarie di mettersi al contatto al più presto con il professor Icardi, che l’ha sperimentato e omologato, perché entri in funzione già questa settimana”.

Staremo a vedere. Nel frattempo consigliamo a Toti di mettersi in contatto con Salvini – con il quale è in eccellenti rapporti – per chiedergli conto della sua dichiarazione al Senato secondo la quale “Tutto è iniziato in un laboratorio cinese finanziato da multinazionali”. Giusto per sapere se ha le prove.

 

(19 dicembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 




Genova
cielo coperto
15.2 ° C
17.8 °
11.7 °
71 %
2.2kmh
90 %
Mar
24 °
Mer
25 °
Gio
29 °
Ven
24 °
Sab
16 °
Pubblicità

LIGURIA CULTURA