21.9 C
Genova
domenica, Agosto 1, 2021
Pubblicità

Il Comune di Genova rifiuta l’intitolazione di una piazza a Fernanda Pivano

di Redazione #Genova twitter@genovanewsgaia #Cultura

 

La commissione toponomastica del Comune di genova ha rifiutato l’intitolazione di una piazza a Fernanda Pivano, una delle più importanti donne di cultura del secolo scorso. E’ Italia Viva che lo rende noto attraverso il comunicato stampa che segue.

Fernanda Pivano è una genovese illustre perché stata una tra le più importanti intellettuali della seconda metà del secolo scorso. In Italia e in America. Dopo aver tradotto in italiano scritti di Ernest Hemingway, Edgar Lee Master, Walt Whitman e William Faulkner si impone come una delle più importanti conoscitrici della letteratura americane del tempo (beat generation in primis). Milioni di persone sono venute a conoscenza dei capolavori della letteratura americana del Novecento attraverso le sue traduzioni e i suoi scritti. E’ nota la sua amicizia profonda con Fabrizio De André, nata proprio all’epoca in cui Faber metteva in musica uno dei suoi tanti dischi capolavoro “Non al denaro, non all’amore, né al cielo” esplicitamente ispirato proprio dall’”Antologia di spoon river” di Edgar Lee Master. Fernanda Pivano è scomparsa nel 2009. Nel 1997, la città di Genova le ha conferito la cittadinanza onoraria, dopo che – per dire della sua importanza – la città di New Orleans aveva fatto altrettanto. Bene hanno fatto le associazioni Toponomastica femminile (sia nazionale che locale), Orizzonti e Senonoraquando a promuovere il ricordo di Pivano. Colpisce molto negativamente pertanto il rifiuto della commissione toponomastica del Comune di Genova di intitolarle una piazza. È un fatto grave che espone peraltro il Comune ad una brutta figura di enorme rilievo.
Ci sono ragioni formali? Le si superino. Ci sono altre ragioni? Si esplicitino e si trovi la soluzione.
 Una genovese così importante, per Genova, per l’Italia e per il mondo, deve avere il giusto riconoscimento e ricordo. E, oltre che giusto, deve essere degno. Non va bene quella piazzetta? Si trovi un altro posto bello, importante e significativo.
Non si lasci decidere alla burocrazia. La ferita va sanata e al più presto.

Certo, va considerato, ed è nostra opinione, il comunicato stampa non lo dice, che per potere intitolare una piazza a Fernanda Pivano – per di più nel centenario della nascita – bisognerebbe almeno sapere chi è e cosa è stata…

 

 

(18 dicembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

 

 

 

 





 

 

 

 

 

 

 




POTREBBERO INTERESSARTI

SEGUITECI

4,521FansMi piace
2,368FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: