Pubblicità
4.9 C
Genova
12.6 C
Roma
Pubblicità
Pubblicità
HomeGenova CronacaQuestura, controlli amministrativi di locali pubblici e privati. Sospesa attività di un...

Questura, controlli amministrativi di locali pubblici e privati. Sospesa attività di un bar e un circolo

GAIAITALIA.COM GENOVA anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione, #Genova twitter@genovanewsgaia #Cronaca

 

La Divisione Polizia Amministrativa della Questura di Genova, con la collaborazione dell’Ispettorato del Lavoro, dei VV.F. della Polizia Locale e della Siae, la sera di sabato 18 gennaio, ha effettuato una serie di controlli a locali pubblici e privati, a seguito dei quali sono state contestate numerose violazioni alla normativa.

In particolare l’attività ispettiva esperita a largo raggio (centro storico zona “movida”, centro città e Valbisagno), coordinata dalla Questura di Genova ha permesso di accertare, grazie alla fattiva collaborazione degli altri enti, gravi violazioni in materia di:

  • tutela della sicurezza dei lavoratori sui luoghi di lavoro;
  • prevenzione incendi;
  • contrasto del lavoro irregolare;
  • personale addetto ai servizi di controllo (c.d. “buttafuori”);
  • commercio;
  • diritti d’autore.

Due locali pubblici sono stati interessati da provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale ai sensi dell’art. 14 D.lgs n. 81/2008 (Disposizioni per il contrasto del lavoro irregolare e per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori), poiché impiegavano lavoratori in “nero” ben oltre il 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro.

Tra i locali controllati figurano anche un bar di via San Donato, chiuso recentemente dal Questore e dal Comune di Genova, per aver reiteratamente somministrato bevande alcoliche e superalcoliche a minori anche infra sedicenni; controllato anche un circolo di via Piacenza, interessato anch’esso da un recente provvedimento di sospensione della licenza per fatti che hanno minato la sicurezza e l’ordine pubblico. Nel circolo sono stati identificati clienti privi di tessera associativa, entrati nel locale previo acquisto di un biglietto, il cui costo garantiva l’immediata possibilità di consumo di bevande e di partecipare ad attività di intrattenimento danzante, alla stregua di una comune discoteca. Le violazioni accertate ammontano a quasi 30 mila euro.

 

 

(21 gennaio 2020)

@gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 




 

PubblicitàEmozioni uniche - Acquario di Genova

LEGGI ANCHE