Home / La Spezia / Liguria, ulteriori 30mila euro per il monitoraggio della frana di Castagnola a Framura (SP)

Liguria, ulteriori 30mila euro per il monitoraggio della frana di Castagnola a Framura (SP)

di Redazione #LaSpezia twitter@genovanewsgaia #Liguria

 

Via libera della Giunta regionale allo stanziamento di 30mila euro per garantire la prosecuzione della convenzione tra il Comune di Framura, nello spezzino, e l’Università di Firenze-Dipartimento di Scienze della Terra per la prosecuzione fino a dicembre del monitoraggio in continuo con radar a terra della frana di Castagnola.

Lo stanziamento di oggi – spiega Giampedrone – risponde ad una precisa richiesta del Comune ed è indispensabile per garantire il rinnovo della convenzione con l’Università di Firenze, scaduta a marzo, con la prosecuzione del monitoraggio della frana che, molto estesa e risalente nel tempo, insiste sulla frazione più popolosa del Comune spezzino: in questo modo viene assicurata l’operatività del piano di protezione civile che consente ai residenti di continuare a vivere in sicurezza nelle proprie case”. “Queste risorse – aggiunge l’assessore regionale alla Difesa del Suolo – si aggiungono ai circa 6 milioni di euro assegnati dalla Regione al Comune di Framura (attraverso il decreto di riparto dei fondi della Protezione civile nazionale – 142 milioni di euro destinati a 127 comuni liguri per il 2020 – firmato il 31 gennaio scorso dal presidente Toti, commissario per l’emergenza maltempo dell’autunno 2018) e destinati non solo alla messa in sicurezza ma anche, per la prima volta, per aumentare il livello di ‘resilienza’ con interventi orientati alla prevenzione. I cantieri dovranno partire entro il 30 settembre prossimo”.

L’attività di monitoraggio della frana, effettuata in convenzione con il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze, si realizza attraverso un sistema radar in installazione fissa, affiancato da una rete di piezometri che, inseriti nel terreno, consentono di misurare la pressione dell’acqua della falda sotterranea.

Oltre al contributo, con la delibera viene autorizzato l’utilizzo da parte del Comune di circa 70mila euro (68.752,02 euro) derivanti dal ribasso d’asta per realizzare il piano di indagini geologiche e monitoraggi di approfondimento a supporto del progetto di mitigazione del rischio.

 

(29 maggio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

 





 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: