Home / L'Opinione Genova / Il grillino che nomina il grillino ai vertici del Teatro Carlo Felice di Genova

Il grillino che nomina il grillino ai vertici del Teatro Carlo Felice di Genova

di Redazione #Genova twitter@genovanewsgaia #pentaleghismo

 

L’aurea regola è che più gridano di essere differenti, che non faranno ciò che hanno fatto gli odiati nemici, meno sono da ascoltare, perché alla resa dei conti saranno come gli altri e fors’anche peggio. Il caso è dei più divertenti: c’è un ministro grillino al governo, il ministro grillino della cultura Bonisoli che nomina il grillino Pirondini nel consiglio della Fondazione del Teatro Carlo Felice.

Pirondini, oltre a essere maestro di viola e collaboratore a più riprese dell’orchestra del Teatro Carlo Felice,  è il candidato grillino trombato alle elezioni che hanno visto la vittoria di Bucci, ed era subentrato alla candidata Cassimatis dei venti voti popolari, contro i diciassette del secondo arrivato, che Grillo volle far fuori a tutti i costi e che venne poi riammessa all’agone elettorale dal tribunale che aveva poi archiviato un’altra querela di Cassimatis contro Grillo.

Pirondini  è così allo stesso tempo maestro di viola, consigliere della Fondazione del Teatro e consigliere di opposizione al Comune di Genova: riuscite ad immaginare se la stessa scelta fosse stata fatta a favore di uno dei loro da Forza Italia, dal PD o da un altro partito dell’arco costituzionale? Sarebbe cascato il mondo. Si chiama doppiogiochismo e fa schifo. Non a caso è la carta d’identità del M5S.

Furioso il governatore Toti che dà sfogo alla sua rabbia con un post su Facebook.

 

 

 

 

 

(26 luglio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 


 

 

 

 





 

 




Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: