Pubblicità
8.3 C
Genova
10.2 C
Roma
Pubblicità
Pubblicità
HomeGenova Cultura & MusicaElogio del Fallimento. Quattro lezioni di umiltà

Elogio del Fallimento. Quattro lezioni di umiltà

Prendere sul serio il fallimento e superare il culto del successo. Lunedì 25 settembre – ore 18, Sala del Minor Consiglio – il filosofo romeno-americano Costica Bradatan sarà a Palazzo Ducale di Genova per presentare il suo libro “Elogio del fallimento”. Quattro lezioni di umiltà. Dialogherà su questi temi con Simone Regazzoni.

“Pare non ci sia niente di peggio al mondo che fallire – scrive Bradatan – Eppure il fallimento merita di più”. Da questo assunto prende le mosse la sua indagine tra i meandri della fallibilità umana. Bradatan analizza i diversi ambiti del fallimento: fisico, politico, sociale e biologico. Nel corso della storia vari pensatori si sono allontanati dalla spinta ossessiva verso il successo mondano per fare i conti con la disfatta, ed è proprio da loro che il filosofo inizia il suo elogio. Simone Weil mal tollerava le storie felici e si sentiva sempre «fuori posto». Il Mahatma Gandhi ricordava sempre a se stesso: «Posso imparare solo quando inciampo e cado e sento il dolore». Emil Cioran considerava l’inazione l’unica risposta logica a un’esistenza priva di senso.

Bradatan non mira mai a insegnarci come «fallire meglio», ma piuttosto a pensare che il fallimento fa parte della natura umana e solo affrontarlo costantemente ci permetterà di vivere una vita più significativa attraverso la via dell’umiltà. Costica Bradatan (Drăgoiești, 1971) è un filosofo romeno-americano, professore di studi umanistici alla Texas Tech University e professore onorario di filosofia all’Università del Queensland in Australia.

 

 

(24 settembre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata