Home / Comune di Genova / Al Comune di Genova quarantaquattro alloggi sequestrati alla malavita

Al Comune di Genova quarantaquattro alloggi sequestrati alla malavita

di Redazione #Genova twitter@genovanewsgaia #Comune

 

Il 16 luglio scorso nel palazzo del Governo in Largo Eros Lanfranco, Comune, Regione, Prefettura e l’Agenzia per i beni confiscati hanno firmato un accordo per trasferire al Comune di Genova 44 tra appartamenti e negozi sequestrati alla criminalità organizzata. Presente alla cerimonia il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Si tratta di un consistente patrimonio immobiliare con appartamenti che saranno destinati in larga parte all’emergenza abitativa e al social housing, assegnati alle associazioni per i parenti di ospedalizzati e alle associazioni impegnate nelle attività sociali attive sul territorio. Uno di essi verrà destinato ai padri separati. A novembre e a luglio il Comune di Genova aveva pubblicato due serie di bandi indirizzati alle associazioni interessate a partecipare all’assegnazione dei locali confiscati, bandi che hanno richiamato una grande partecipazione. Oggi sono stati pubblicati i nomi degli assegnatari e le destinazioni d’uso.

Il provvedimento di assegnazione verrà proposto al Consiglio Comunale per la ratifica. Subito dopo questo adempimento si procederà con l’assegnazione definitiva che, presumibilmente, sarà per le prime settimane di settembre.

Gli assegnatari e le destinazioni d’uso dei beni confiscati sono reperibili qui e qui.

 

 

(17 luglio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 


 

 

 





 

 

 

 




Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*