Home / Cronaca Liguria / Polizia arresta altri due soggetti in Valbisagno. Sequestrati cocaina e soldi

Polizia arresta altri due soggetti in Valbisagno. Sequestrati cocaina e soldi

 

di Redazione #Genova twitter@genovanewsgaia #Cronaca

 

La Polizia di Stato di Genova, coordinata dalla Procura della Repubblica di Genova, ha arrestato in flagranza, per il reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, il 38enne DI MAURO D., genovese, e il cittadino albanese P. A. di anni 30, entrambi con precedenti.

Nell’ambito di un servizio di istituto finalizzato al contrasto del commercio di stupefacenti in via Lodi, gli operatori della Sezione Antidroga della Squadra Mobile avevano appreso di uno strano andirivieni di auto e mezzi nei pressi del civico 131. I numerosi appostamenti, che avevano confermato l’informazione acquisita, si sono conclusi nella serata di ieri quando i poliziotti hanno notato che un soggetto, appena uscito dal predetto civico, era salito su un’automobile Golf che veniva poco dopo affiancata da una motoveicolo Yamaha T-Max.

I veicoli sono stati seguiti dagli agenti e controllati, rispettivamente, in via Piacenza e sempre in via Lodi.

Di Mauro, che di fatto collabora nella gestione di un circolo Arci in Valbisagno dove si organizzano feste anche per bambini con relativi gonfiabili, è stato trovato in possesso di 100 gr di cocaina. In casa trovati bilancino, materiale per il confezionamento ed un piccolo libro mastro con i vari acquirenti che nei prossimi giorni saranno sentiti dagli investigatori della Mobile.

Plloci, di professione muratore, oltre ad avere la disponibilità di un’altra auto con targa francese, parcheggiata in via Lodi ed utilizzata come temporaneo deposito di droga, è stato trovato in possesso di 700 gr di cocaina pura e della somma di 6500 euro, in piccoli tagli e fasciata con pellicola trasparente.

Sono in corso ulteriori indagini volte a ricostruire il circuito di spaccio nel quale il duo era inserito.

 


 

(6 luglio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 





 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*