Home / Cosa?!? / Quelli che non son poi così chiari sui rapporti con Autostrade e su Ponte Morandi

Quelli che non son poi così chiari sui rapporti con Autostrade e su Ponte Morandi

di Redazione #Genova twitter@gaiaitaliacomlo #Politica

 

Non casualmente, niente affatto casualmente, il sindaco di Genova Bucci è stato nominato commissario alla ricostruzione del ponte Morandi crollato nell’agosto scorso tagliando in due la Liguria e i collegamenti con la Francia, perché c’era bisogno di un ufficialità ingombrante come quella di un Sindaco per giustificare quello che già sapevano avrebbero fatto. A Roma prima che a Genova.

Intanto la questione rapporti con Autostrade per l’Italia spa trattata come la madre di tutti gli omicidi che si è meritata i peggiori epiteti e le peggiori offese salvo poi trovarsi con l’approvazione di un decreto che fa ottenere i lavori di demolizione di quel che resta del ponte Morandi in un’allegra accozzaglia di provvedimenti che ha visto anche importanti deroghe sulle questioni legate al codice Antimafia.

Diventa così di fondamentale importanza capire che questi gridano, ma poi sono più opportunisti di una sanguisuga.

Dove sta contenuta tutta ‘sta roba? In un emendamento al decreto Genova approvato all’ultimo momento (provvedimento numero 1.100, scrive Lo Spiffero) approvato in fretta e furia da una maggioranza consapevole del non si sa mai come va a finire, durante la seduta congiunta delle Commissioni Trasporti e Lavori pubblici a Montecitorio nella quale la pulizia della quale il ministro Tolinelli che vanvera di tunnel ancora da ultimarsi, deve essere andata a farsi friggere.

Dunque il sindaco-commissario di Genova Marco Bucci, può fare ciò che vuole: ad esempio se in origine era previsto che i lavori di ricostruzione del ponte dovessero essere affidati a società diverse da Autostrade per l’Italia, così come quelle opere definite “propedeutiche e connesse”, con l’emendamento approvato si è soppressa la parola “propedeutiche” così da permettere ad Autostrade per l’Italia il compito di abbattere il ponte, opera propedeutica per la ricostruzione”. La leggerezza  con la quale si è tratta la materia Antimafia potrebbe poi portare nuove e ben più esilaranti [sic] novità. Non resta che attendere. Per lo spettacolo non occorre nemmeno prenotare il biglietto.

 




 

(17 ottobre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: